Rio Calandrino Superiore


Percorso caratterizzato da due strettoie interessanti, separate da un lungo tratto di marcia con sole due calate. La prima strettoia è molto verticale, la seconda è invece più ludica e presenta una portata più sostenuta.

Difficoltà: v3 a2 III
Periodo: aprile-ottobre
Lunghezza: circa 2 km
Dislivello: 355 metri (950-595)
Calate: 14, calata più alta 25 metri
Ancoraggi: buoni - 2007
Tempi: 5' avvicinamento + 4h + 30' rientro
Navetta: circa 17 km
Materiale: 1 corda da 60 metri

ATTENZIONE! Installazione artificiale a monte.

Accesso a valle: si lascia la A12 Genova-Rosignano all'uscita di Lavagna e svoltare a destra in direzione nord verso Carasco. Da qui si svolta a destra in direzione di Borzonasca, che si trova 10 km più avanti. Appena entrati in Borzonasca si svolta a destra verso Pratosopralacroce. Dopo circa 2 km una strada sulla sinistra sale verso Caroso. Si percorre questa strada, tarscurando un bivio a sinistra, per 2,4 km e ad un secondo bivio si svolta a destra. Dopo 400 metri la strada termina. Lo spazio è scarso, rispettare le proprietà private.

Accesso a monte: si torna a Borzonasca e si svolta a destra verso Rezzoaglio. Si sale per circa 5 km e si prende un bivio a destra (sull'esterno di un curvone) con indicazioni per i Laghi di Giacopiane e Gazzolo. Si prosegue fino a Gazzolo, si continua quindi fino a che la strada diventa sterrata. Giunti ormai in vista dei laghi, si scende su un viottolo fino ad uno spiazzo soprastante il lago inferioredi Pian Sapeio.

Avvicinamento: dal parcheggio si scende alla diga, si attraversa la prima passerella e si scende quindi a valle della diga, fino a raggiungere il torrente che esce proprio sotto lo sbarramento.

Rientro: a quota 595, in riva destra, due ometti in pietra segnalano un sentiero che sale per pochi metri fino ad un cartello di "Pericolo piene". Da qui il sentiero (altro omettino) scende leggermente verso valle e poi spiana, in corrispondenza di evidenti muretti a secco. Il sentiero si mantiene in quota per circa 20 minuti, quindi una salitella porta ad un colletto (610 metri s.l.m.) che si trova proprio sopra Caroso. Dal colletto si scende a sinistra (direzione sud) lungo i resti di una vecchia canaletta dell'acqua fino a raggiungere le case.

Note:
1. a monte del rio si trovano due dighe. I gestori della centrale di San Michele rispondono al numero 0185- 343932.
2. la strada per il lago di Giacopiane è ad accesso regolamentato. E' necessario richiedere il permesso presso il Comune di Borzonasca o, se di domenica, presso la sede dell'Ente Parco a Borzonasca.
3. proseguendo oltre l'uscita e volendo concatenare con la parte bassa, si deve affrontare un tratto di marcia di più di 1 km, dove si incontrano solo due calate, di cui una che consente di evitare un impressionante passaggio ipogeo. Si prosegue quindi faticosamente fino alla canaletta che segna l'accesso della parte bassa, in vista del ponte sulla strada per Borzonasca.

Copyright © Cica Rude Clan.