Gias delle Vacche

Parallelo al Cu du Mundu, il Gias delle Vacche ha le stesse caratteristiche di verticalità e "wilderness", ma è più breve e molto meno ben alimentato. Dopo forti piogge è comunque un percorso che vale la pena inserire nel curriculum del "buon torrentista ligure".

Difficoltà: v4 a1 III
Periodo: primavera e autunno
Lunghezza: circa 0,5 km
Dislivello: 170 metri (340-170)
Calate: 6, calata più alta 38 metri
Ancoraggi: speditivi - 2014
Tempi: 1h 15' avvicinamento + 1h 45' + 30' rientro
Navetta: 0 km
Materiale: 2 corde da 60 metri

Accesso: all'uscita di Arenzano dell'autostrada A10 Genova - Ventimiglia si raggiunge la SS1 Aurelia e si gira a destra verso Cogoleto; dopo pochi metri si svolta ancora a destra seguendo le indicazioni per Terralba. Giunti a Terralba si prende Via Pecorara che sale prima ripida verso sinistra e poi continua in pianura e leggera discesa verso ovest. Attraversato il Rio Lissola si devia in Via Chechelli che sale sulla destra, arrivando dopo circa 700 metri ad uno spiazzo erboso sulla sinistra con un cartello che invita al parcheggio.

Avvicinamento: dallo slargo si continua lungo la strada che, svoltando verso sinistra, scende ripidamente verso valle e raggiunge il primo tornante verso sinistra, a 200 metri circa dal parcheggio, da dove si prende un sentierino che in pochi secondi scende ad una comoda e pianeggiante mulattiera segnata. Si prosegue sulla mulattiera per circa 20 minuti, fino ad incontrare il Ponte Negrone che scavalca il Rio Lerone, a quota 180 circa. Dal ponte parte il Sentiero dell'Ingegnere, segnavia una "I" rossa in campo bianco. Si segue per un centinaio di metri questo sentiero che risale il rio Negrone, facendo attenzione ad individuare una deviazione sulla sinistra per Rou Rossu (scritta su una pietra al di là del torrente). Si sale sulla ripida traccia fino a ricongiungersi con il sentiero dell'Ingegnere. Da qui si scende rapidamente al torrente.

Rientro: alla confluenza col Rio Lerone, lo si risale per un centinaio di metri fino a una traccia che riporta velocemente al sentiero percorso all'andata.

Nota: è possibile continuare la discesa del Rio Lerone per circa 30' fra bei laghetti e qualche tuffetto. Per il rientro vedi la scheda relativa.

Copyright © Cica Rude Clan.